Viaggiare in inverno: 4 mete post Covid

viaggiare in inverno in laponia

Ti chiedi dove viaggiare in inverno? Sono molte le cose che la pandemia da Sars cov 2 ci ha mostrato sotto un altro aspetto, una di queste è stata sicuramente la libertà di poter viaggiare. Libertà che abbiamo sempre data per scontata, ma che improvvisamente si è rivelata molto preziosa. 

In questo anno siamo tornati a viaggiare con relativa tranquillità, infatti, almeno in Italia, le Regioni si presentano tutte bianche, quindi senza alcun rischio Covid. Dopo una buona stagione estiva, l’arrivo dell’inverno fa pensare a week end, settimane bianche e vacanze da poter godere. Ecco alcuni suggerimenti tra le mete più gettonate e ambite per il prossimo inverno.

Dove viaggiare in inverno: Il trend di quest’anno

E’ inevitabile pensare che il trend di questo 2021 sia condizionato dagli eventi legati alla pandemia. Infatti già dalla scorsa estate la vacanza più praticata e richiesta è stata il turismo outdoor. Di cosa si tratta? Parliamo di una scelta che permette di stare all’aria aperta, proprio quello che è mancato nel corso del 2020 e in parte del 2021.

Le vacanze outdoor prevedono la possibilità di praticare attività da svolgere stando all’esterno, quindi trekking nella natura, trekking urbano, hiking, uso della bicicletta ecc, insomma tutto ciò che consente di passare il tempo della propria vacanza all’aria aperta. Sono state davvero molte le prenotazioni con annesse escursioni in città o nella natura, quindi anche vacanze che prevedevano soluzioni di camping o camper. 

Viaggi in inverno in Italia

Nella Val d’Orcia è possibile fare trekking nel Parco Artistico Naturale e Culturale della Val d’Orcia, diventata patrimonio UNESCO nel 2004. La valle si presta molto alle vacanze a piedi, tra bei panorami e agriturismi che offrono le migliori prelibatezze gastronomiche; inoltre in questa valle passa la via Francigena, ottimo spunto per gli appassionati di trekking.

Viaggiare in inverno in val d'orcia
Viaggiare in inverno in val d’orcia

Viaggiare in Inverno all’estero

Chi preferisce qualcosa di più esotico può provare all’estero. Ecco tre proposte molto interessanti, Oman, il deserto di Atacama, tra Bolivia e Cile e la Lapponia svedese. 

Oman

Per fare trekking in Oman il periodo migliore è proprio tra ottobre e marzo, una volta richiesto il visto necessario ed effettuate le vaccinazioni obbligatorie (richiesto quello contro la febbre gialla), potrete godervi i panorami unici di questa nazione. L’Oman offre mare, montagna, deserto, città, colline, l’imbarazzo della scelta, con escursioni un po’ più impegnative che necessitano una profonda organizzazione, come l’attraversata del deserto.

Cile

Il clima arido del deserto dell’Atacama non fermerà gli appassionati desiderosi di visitare posti davvero unici. I luoghi più interessanti sono Salar de Atacama, un lago salino a 2300 metri sul livello del mare posto sulle montagne del Cile; la Valle della Luna, una vasta area di interesse paesaggistico e geologico, questa è una zona desertica più facile da percorrere e per questo motivo una delle poche più accessibili per i trekker; il Parco Nazionale Lauca, uno dei più bei archi del Cile, fuori dalle rotte turistiche più comuni, quindi per veri appassionati, dove poter godere di una natura unica e incontaminata.

Lapponia

La Lapponia è la regione più a nord della Svezia. L’intera regione è stata nominata patrimonio dell’UNESCO per l’unicità e la bellezza della sua natura. Qui, inoltre è possibile trovare i parchi più belli come il parco nazionale Muddus, parco nazionale Stora Sjöfallet o il parco nazionale Padjelanta. Il clima è piuttosto duro e in inverno può attivare anche a -40 gradi e probabili nevicate, ma il cielo si esibisce nell’aurora boreale, uno spettacolo unico che rende questo angolo d’Europa un’ambiente da fiaba tra alci, renne e volpi artiche.

Forse preferisci mete con temperature più miti nel periodo invernale? Leggi l’articolo Vacanze al caldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2021 vagabonding.it