cosa vedere in ecuador

Cosa vedere in Ecuador

Scopri i posti più suggestivi da visitare in Ecuador

Se hai deciso di partire per il Sudamerica e cominciare la scoperta dall’Ecuador ma non sai cosa vedere, sei nel posto giusto. In questo breve blog post infatti, vedremo le principali località di questo Paese e cosa le rende così uniche e gettonate in tutto il mondo.

Fra queste, non possiamo non citare subito le famosissime Isole Galapagos: un arcipelago molto importante sia da un punto di vista turistico che ecologico/naturalistico.

Come ben saprai, questo Paese è situato a nord del subcontinente americano, a sud della Colombia e le sue spiagge sono lambite dalle onde dell’Oceano Pacifico. Il suo territorio è diviso principalmente in 3 macroaree:

  • la regione andina;
  • la zona costiera;
  • e il bacino Amazzonico.

    “Ma da dove deriva il nome Ecuador?

    L’etimologia del nome deriva dal fatto che questo Paese è attraversato dall’Equatore.” 

    Diamo ora uno sguardo a quelle che rappresentano le tappe più amate e apprezzate dai turisti di tutto il mondo.

    Ecuador cosa vedere

    San Francisco de Quito foto

    San Francisco de Quito

    Il suo vero nome è San Francisco de Quito ed è la capitale dell’Ecuador. Inizia visitando la piazza principale nel cuore della Città Vecchia, Plaza Grande. 

    Qui potrai ammirare edifici dallo stile ispano-americano, quali il palazzo della municipalità, quello presidenziale e dell’arcivescovado. E potrai gustare, presso i banchi di street food, delizie della cucina locale come la gustosa Cuajada servita col miele.

    Sempre nella Città Vecchia, troverai la Cattedrale di Quito. Un magnifico esempio dell’architettura spagnola risalente al cinquecento, dove al suo interno è possibile ammirare una curiosa visione della natività: un lama e un cavallo al posto del bue e dell’asinello.

    vette andine foto

    Le vette andine

    Una volta giunti in Ecuador, potresti iniziare il tuo tour conquistando le vette andine. Come? Con il TelefériQo, una cabinovia presente a Quito e fra gli impianti di risaliti più alti del mondo, circa 4100 metri sulla città.

    Grazie a questa cabinovia riuscirai ad ammirare dei panorami spettacolari, come quella del Cotopaxi, uno vulcano attivo nelle Ande che raggiunge un’altezza di 5.897 m. Ed è fra quelli più alti del mondo. 

    Dopo aver raggiunto la cima, potrai proseguire il tuo viaggio anche a cavallo, fino a Rucu Pichincha, una vetta di un altro vulcano attivo, il Pichincha.

    acque termali ecuador

    Le acque termali

    Sai che potresti rilassarti ai piedi di un vulcano? Infatti, Baños de Agua Santa è localizzata vicino ai piedi di un vulcano attivo, chiamato Tungurahua (alto all’incirca 5.010m). 

    Questo posto è ricco di sorgenti termali e la sua posizione “strategica” tra montagne, fiumi e foreste lo rende una vera missione per gli amanti degli sport estremi. Se siete a Quito, dista da lì circa tre ore in autobus. 

    A proposito di sport estremi, se sei amante dell’avventura, potresti anche sfidare la Cascata del diavolo, chiamata anche Pailón del Diablo (calderone del diavolo). È alta circa 30 m ed è attraversata da un ponte sospeso.

    delfino rosa ecuador

    I paesaggi naturali

    Navigando sulle acque dei fiumi dell’Amazzonia è possibile scorgere una specie rara di delfini, i delfini rosa. Questi cavalcano le acque con una destrezza disarmante, sono intelligenti e si avvicinano alle imbarcazioni più piccole. 

    Inoltre, si possono osservare i colibrì in azione, animale simbolico di questo Paese. Questi uccelli tipici sono particolarmente presenti nel villaggio di Mindo.

    Un altro posto da non perderesi è il Parco Nazionale El Cajas, a 4000 m di altitudine,  perfetto per chi ama la natura.

    Se invece vuoi fare un bagno in mare, un luogo molto gettonato è la spiaggia di Canoa, circondata da villaggi di pescatori, siti per il surf e sabbia dorata.

    cucina ecuadoriana

    Cucina ecuadoriana

    La cucina in Ecuador varia da piatti a base di pesce e frutti di mare fino ad arrivare a pietanze con prodotti dati dall’agricoltura, grazie alla diverse varietà di patate, la quinoa, frutti esotici e molto altro.

    Alcuni piatti da non perdere sono ad esempio il Bolón de verde (adatto per la colazione) le Humitas e la Ceviche de camarón ecuatoriano.

    Non dimenticare di provare il canelazo: una bevanda alcolica a base di “aguardiente” e cannella. È possibile trovarla nel periodo natalizio su banchi di alcuni ambulanti.

    Visitare Ecuador: consigli pratici per i turisti

    Bisogna prestare attenzione agli alimenti e all’acqua contaminata, in quanto vettore principale di batteri come appunto potrebbe essere il tifo. 

    La rete telefonica sia fissa che mobile è ottima, ma potrebbe essere difficoltoso l’utilizzo nelle aree distanti dai centri urbani. Gli hotel ed i villaggi offrono un servizio di connessione ad internet. 

    Ricorda anche di registrare la tua presenza in un altro paese sul sito viaggiaresicuri.it

    Copyright 2021 vagabonding.it